BENVENUTI NEL MIO BLOG!!!



TUTTO QUELLO CHE PUOI FARE O SOGNARE DI POTER FARE INCOMINCIALO.
IL CORAGGIO HA IN SE' GENIO, POTERE E MAGIA. "J. W. GOETHE"



GLI AMICI DI BLOG

venerdì 24 dicembre 2010

TORTA SACHER NATALIZIA

Questa torta è per voi amici di blog e visitatori.
 Spero che basterà per tutti, con questa torta vi voglio augurare un sereno e felice Natale. 
TANTI AUGURI A TUTTI VOI!!!!!!
Si tratta di una torta Sacher la ricetta l'ho presa dal sito "www.dolcidichiara.it"  è decorata con delle stelle di natale realizzate con la pasta di zucchero. Ho scoperto la pasta di zucchero grazie a Memmea  la quale ha realizzato  delle stupende torte per i compleanni di suo figlio Giacomo.

AUGURI!!! 

martedì 21 dicembre 2010

.........ANCORA NATALE!

Ormai mancano solo 4 giorni a Natale e io vi voglio proporre questi altri strofinacci dipinti a mano per rallegrare la cucina.



giovedì 16 dicembre 2010

CANDELE, PUPAZZI DI NEVE, BABBI NATALE..........

Oggi il mio blog fa un mese!!! .... E' bello vederlo crescere ogni giorno sempre di più, sono felice di essere entrata in questo mondo  magico dove ho incontrato persone meravigliose che con le loro mani realizzano oggetti fantastici.
Per questo mesiversario ho deciso di pubblicare dei strofinacci natalizzi visto che ormai siamo sotto le feste.
Naturalmente i disegni possono essere utilizzati per realizzare altri lavori come tovaglie, centri, cuscini, sacchetti porta regalo ..........e tutto ciò che la nostra fantasia ci suggerisce!!!








lunedì 13 dicembre 2010

ARANCINE ALLA CARNE E AL BURRO

Oggi è Santa Lucia ed è tradizione a Palermo e in provincia mangiare le arancine.
Così di buon mattino mi sono messa ai fornelli per la loro preparazione.
 Di seguito vi do la ricetta come li faccio  io, ci sono diverse versioni e alcuni ingredienti possono cambiare anche in base ai propri gusti.
Con queste dosi ne vengono circa una ventina.
Ingredienti:
  •  1 Kg di riso per arancine o sformati;
  • 3 litri di brodo vegetale;
  • 3 dadi vegetali;
  • 1 cipolla;
  • 300 gr di grana;
  • 2 bustine di zafferano;
  • olio d'oliva;
  • 100 gr di burro;
  • 300 gr di tritato di manzo;
  • 150 gr di piselli surgelati;
  • 100 gr di prosciutto cotto a cubetti;
  • 100gr di mozzarella;
  • 4-5 uova;
  • sale, peperoncino;
  • vino bianco;
  • 20 cl di passata di pomodoro;
  • foglie di alloro;
  • farina e pangrattato;
  • olio per friggere.
Io ho iniziato a preparare il brodo ho messo  3 litri di acqua in una pentola con i 3 dadi e lo portata a ebollizione.
 Nel frattempo ho messo in un altro tegame l'olio d'oliva, 50 gr di burro e mezza cipolla tagliata finemente. Fare appassire la cipolla e aggiungere il riso e farlo tostare, sempre mescolando aggiungere il brodo caldo poco alla volta e le due bustine di zafferano aggiustare di sale se serve, far cuocere il riso (non sempre i 3 litri di brodo ci va tutto) quando è cotto, scenderlo dal fuoco e amalgamarvi 200 gr di grana, versalo in un recipiente e farlo raffreddare. Per confezionare le arancine il riso deve essere freddo quindi se si vuole si può preparare la sera prima.
Dopo aver cucinato il riso ho proceduto alla preparazione del ragù. In un tegame  ho soffritto l' altra mezza cipolla tagliata finemente con l'olio di oliva , ho aggiunto il tritato l'ho sgranato bene con un cucchiaio di legno, lo sfumato con il vino, ho aggiunto due foglie di alloro, sale e peperoncino e un po' di passata di pomodoro aggiungetela poco alla volta perchè il ragù deve rimanere denso. in  un'altro pentolino  ho scongelato i piselli in acqua con 2 foglie di alloro, gli ho scolati  e aggiunti al ragù.
Ho lasciato raffreddare sia il riso e il ragù per circa 5 ore...........
Dopo pranzo ho preparato il condimento per le arancine al burro (io le preferisco!!) , questa è la prima volta che le faccio cosi spero che verranno lo stesso buone. Nel mixer ho messo il prosciutto, la mozzarella e il grana e lo fatto andare a velocità bassa per pochi secondi così gli ingredienti sono rimasti grossolani.
Ho preso tre vaschette in una ho messo la farina, in un'altra le uova sbattute e nella terza il pane grattugiato.
Adesso è tutto pronto per iniziare il confezionamento delle arancine.... Si prende un pugnetto di riso e si mette nel palmo della mano formando una fontanella dove dentro va messo un cucchiaio di ragù  per quelle alla carne o un cucchiaio di prosciutto e mozzarella con qualche pezzetto di burro per quelli al burro. Prendere un'altro po' di riso e ricoprire il condimento Formare l'arancina stringendo l'impasto nelle mani. Passarla nella farina poi nelle uova e infine nel pangrattato. Procedere così fino alla fine del riso.
Per distinguerle quelle alla carne gli ho dato una forma  a sfera, mentre quelle al burro  una forma più ovale.
Quando ho finito gli ho messi un'oretta in frigo per farli addensare. A questo punto non resta che friggerli in abbondante olio caldo.
ED ECCO IL RISULTATO!!!!



Non ce lo fatta ad aspettare questa sera già l' ho assaggiate, non per essere modesta sono veramente buone......................Buon  appetito!!!!!

giovedì 9 dicembre 2010

LUCE DI NATALE

Una candela a far luce alla nostra colazione e non solo.....pranzo, cena durante il periodo natalizio.



giovedì 2 dicembre 2010

PASTA DI MAIS

Oggi vi voglio parlare della pasta di mais è da  poco che l' ho scoperta, che dire è meravigliosa!!!!
La prima volta che ho sentito parlare della pasta di mais è stato tanti anni fa in una trasmissione televisiva "I fatti vostri", dove una signora l'inventrice di questa pasta mostrava i propri lavori, ne rimasi subito affascinata!Durante l'intervista diede la ricetta e l'ho scritta pensando un giorno di provare,  è rimasta conservata per tanti anni. Finalmente lo scorso inverno mi sono decisa a provare, così ho comprato tutti gli ingredienti è un po' diversa da quella che aveva dato l'inventrice, ma il risultato è ottimo. Una domenica il tempo era brutto e fuori faceva  freddo così con il mio fidanzato ci sia rimboccati le maniche e ci siamo messi a preparare questa pasta. Gli ingredienti c'erano tutti, mancava solo una pentola antiaderente, bhe! quella l'ho presa alla mia mamma e poi gliene ho dovuta comprare una nuova. In un primo momento quando l'ho tirata dal fuoco ho pensato vabe!!... pazienza esperimento non riuscito... , però dopo lavorandola un po' con le mani si è formato un panetto liscio e candido come la neve. Alla fine eravamo soddisfatti  del risultato solo che in cucina non si poteva stare per l'odore della colla che si era sprigionato durante la cottura.
La ricetta è questa se qualcuno vuole provare:
- 1 bicchiere di plastica di maizena;
- 1 bicchiere di plastica di colla vinilica;
- 1 un cucchiaio di olio di vasellina o paraffina
- 1 un cucchiaio di succo di limone.
Attrezzi : una pentola antiaderente, un cucchiaio di legno.
Procedimento: si mettono tutti gli ingredienti in una pentola si mescolano con il cucchiaio di legno e si fanno cuocere a fuoco basso per qualche minuto, continuando a mescolare. Quando la pasta si stacca da sola dalle pareti togliere dal fuoco e lasciare raffreddare (il procedimento è simile alla pasta choux). Lavorare la pasta con le mani fino a che la pasta non ha un aspetto elastico. La pasta va avvolta nella pellicola trasparente, se conservata in frigo  dura anche per diversi giorni.
Per colorare  basta prendere un pezzetto di pasta e mettere un poco di colori a tempera o acrilici e impastare fino a che il colore non è omogeneo.
Ecco le prime cose che ho realizzato.